26 maggio 2015
















Sono passati esattamente 7 anni e mezzo dalla data del nostro trasloco in Liguria.
Tutti questi anni sono passati velocemente ( troppo)  tra illusioni e disillusioni , tra scoperte piacevoli e delusioni. Anche un trasferimento comporta sacrifici, sorprese gradite o sgradite, nuovi affetti e nostalgia per il passato. Ne so qualcosa, traslochi ne ho fatti forse anche troppi … insomma da queste righe forse avete capito che il mio rapporto con la Liguria  è conflittuale , i miei sentimenti oscillano tra l’amore e odio ( o qualcosa di simile).
Devo ammettere però che questo sentimento misto è anche un po' colpa mia : non mi sono mai impegnata per capire fino in fondo l’animo ligure e  in questi 'anni  ho persino ignorato la cucina locale che per una food blogger è una mancanza grave.

Cosi, un giorno di primavera, armata con la mia Nikon ho deciso che è arrivata l’ora di andare  a scoprire cosa c’è di bello qui, di assaggiare tutto quello che offre la cucina ligure  (oltre il pesto) , che  a mia  sorpresa si è rivelata una cucina sana, colorata e saporita. Vi dico già in anticipo che non posterò nè la ricetta della focaccia di Recco nè quella  del pesto genovese… mi pare ce ne siano in giro fin troppe pubblicazioni su questo argomento. In più avviso anche tutti miei amici liguri che tutte le ricette e i racconti dei luoghi visitati sono soggetti all'interpretazione della sottoscritta (non ligure) quindi non sempre avranno una corrispondenza stretta con la tradizione o con le guide turistiche..

Comincierò con le ricette più semplici e sane come il cundigiun o il minestrone di verdure genovese per poi passare al machetusa o  barbagiuai ...e poi non solo ricette …mi piacerebbe farvi conoscere i paesini del ponente ligure  e Genova che è ed è stata una scoperta anche per me.
Tutte le ricette saranno raccolte sotto l'etichetta : © Fugassa & Caffè.

Oggi vi porto a Genova Voltri .Arrivando da ponente ( da Arenzano s’intende) entriamo nella città di Genova attraversando Voltri.
Faccio l’Aurelia poche volte perché di solito viaggio in treno ma qualche volta mi è capitato passare di li e trovarmi tra le case, le botteghe,i vicoli tipicamente genovesi.







Se riuscite a trovare parcheggio ( che a Genova è equivale ad un miracolo ) nelle vicinanze della villa della duchessa di Galliera potete fare una bella passeggiata tra i vicoli di Voltri e poi arrampicando sulla scalinata nascosta tra i vicoli,  nel parco della Villa ( purtroppo io non  ho potuto entrare la villa era chiusa per lavori ) Tra focaccerie , pescherie e  tripperie si respira, oltre un profumo di focaccia invitante, vera atmosfera genovese. Vi consiglio vivamente di assaggiare la focaccia di Voltri che fa concorrenza alla focaccia classica genovese: croccante fuori  morbida dentro ricoperto di una crosticina di di farina di polenta.  Dicono che il miglior posto per asssaggiarla è la pasticceria Priano in Via Camozzini.




I panni stesi sotto le persiane dipinte di verde fanno  parte ormai del panorama ligure.


Mi piacciono da morire le insegne e i nomi  scritti in genovese che per me è arabo ma per fortuna guardando la merce si può indovinare di che negozio si tratta...


Dopo una bella passeggiata pranzo con un piatto di minestrone profumato di menta e basilico. La ricetta del minestrone genovese varia secondo le verdure di stagione disponibili  e visto che siamo a maggio nel mio minestrone ci ho messo i piselli, zucchine e fave fresche. Poi non poteva  mancare la pastina per brodo, rigorosamente ligure, detto anche scucuzun , a forma di cilindri piccolissimi




Minestrone di verdure con pesto  (tipo genovese)  profumato di menta e basilico



Ingredienti x 6

Una piccola cipolla di Tropea
Una carota
Un gambo di sedano
2 cucchiai di olio d’oliva
1,5 l di brodo vegetale
2 zucchine
250  g di piselli freschi ( già sbucciati )
200 g di fave già sbucciate
500 g di patate novelle ( piccole rotonde)
150 g di scucuzun ( pasta da brodo  )
Un mazzo di basilico
Qualche foglia di menta
50 g di pinoli
100 ml di olio d’oliva
4-5 cucchiai di pecorino grattugiato 


Tritate grossolanamente le carote, il sedano  e la cipolla, scaldate 2 cucchiai di olio in una pentola e fate soffriggere le verdure per qualche minuto. Aggiungete le patate affettate, le zucchine tagliate  a cubetti, i piselli e le fave precedentemente sbucciate ( eliminate anche la pellicina). Lasciate insaporire poi versate il brodo sulle verdure e fate cuocere la minestra per una decina di minuti. Regolate il sale. Unite la pasta (Scucuzun) e continuate fino alla cottura ultimata della stessa( circa 10 min.) Nel frattempo preparate il pesto : Frullate il basilico con i pinoli, l’olio e il pecorino. Distribuite la minestra nei piatti individuali, condite ogni piatto con un cucchiaio di pesto fresco, qualche foglia di basilico e menta.



 *  *  *



Hihetetlen de màr 7 ève hogy itt èlunk Liguriàban a tengerparton. Rohan az ido.Nem mondhatom hogy mindig elègedett voltam a vàlasztàsunkkal: mint minden vàltozàs hozott magàval oromet meg csalòdàst is, nèha arra gondolok orommel visszatèrnèk Milanoban…aztàn elèg rànèzni a tengerre , a mimòza ès bouganville bokrokra ès egybol azt mondom ‘micsoda? bolond vagy te Aniko. Hogy hiànyozhat neked Milànò?
Persze abban hogy   voltak csalòdàsok  èn is bunos voltam: nem igazàn igyekeztem megèrteni a ligur embereket (  tudhatò hogy nem szives vendèglàtòk ès egy kicsit morcosak) ès a tengeren kivul  nem nagyon nèztem szèt ugyan  mi van korulottem. Ja meg a ligur konyhàt is nagyon hanyagoltam pedig nagyon egèszsèges szines ès izletes ..
Igy tortènt hogy egy szèp tavaszi napon fogtam a  fènykèpezogèpemet ès ugy dontottem itt az ido hogy felfedezo utra induljak!
Persze nem fogom a genovai pesztò receptjèt rèszletezni arròl màr mindenki irt , inkàbb  lesznek hagyomàsnyos egyszeru receptek ( a ligur konyha alapja a rengeteg friss zoldsèg, fuszernovènyek ès halak ) A recepteken kivul lesznek fotòk  a  liguria falavakròl meg mèg  Genovàrol is , mèg èn is csak most fedezem fel a vàros èrdekes negyedeit. Az osszes liguriai post Fugassa & Caffè cimke alatt lesz publikàlva.

Az elso utam Voltri-ba vezetett ami Genova kulvàrosi negyede.  Tipikus szuk, kanyargò utcàk , focaccierie , hal vagy pacalàrus uzletei jellemzik ezt a negyedet. (Lesz majd pacal recept is)  Ha le tudtok parkolni ( ez Genovàban majdnem csodànak szàmit) tegyetek egy sètàt a szuk utcàkban, ha lehet  màsszatok fel a Galliera hercegno palotàjàhoz. A szuk utcàkon kòborolva igazi genovai hangulatot lehet lèlegezni ( na meg friss focaccia illatot…)
A Voltri-ban sutott focaccia vèkonyabb ès ropogòsabb a klasszikus genovai focacciànàl, kukorica liszttel beszòrt tepsiben kelesztik ès sutik. A kozepe azèrt puha ès tanusithatom hogy nagyon finom.

A ligur hàzak szèp pasztelszinuek ami nagyon jòl illik a zoldre festett zsalugàterekhez  meg az ablak alatt kiteritett ruhàkhoz! 

A jò nagy virtuàlis  sèta utàn gondolom nektek is jòl fog esni egy finom bazsalikomos, tavaszi, genovai zoldsègleves. A genovai zoldsègleves alapanyagai az èvszaktòl fuggenek, az èn zoldsèglevesembe most friss borsò, lòbab, cukkini ès ùjkrumpli kerult. Ja, meg persze nem hiànyozhat belole  a tipikus ligur levestèszta sem.



Bazsalikomos, mentàs genovai zoldsègleves pestòval

Hozzàvalòk x 6

Egy fej lilahagyma
Egy rèpa 
Egy zellerszàr
2 kanàl olivaolaj 
1,5 l zoldsègalaplè
2 cukkini
250  g friss zoldborsò (pucolva) 
200 g friss lòbab (pucolva)
500 g ùjburgonya 
150 g  levestèszta ( scucuzun ligur  levestèszta )
egy csokor friss bazsalikom
6 friss mentalevèl
50 g fenyomag 
100 ml oliva olaj 
4-5 kanàl reszelt  pecorino sajt 

A rèpàt, zellert ès a hagymàt apròra vàgjuk , egy fazèkban 2 kanàl olivaolajban megdinszteljuk. A krumplit megpucoljuk ès  nem tùl vastag karikàkra vàgjuk majd az apròra vàgott cukkinivel, a borsòval ès a lòbabbal egyutt a fazèkba tesszuk, pàr percig piritjuk majd felontjuk a zoldsègalaplèvel. Sòzzuk, Tiz percig forraljuk. Hozzàadjuk a levestèsztàt ès mèg 10 percig fozzuk vagy  amig a tèszta kèsz nem lesz. Kozben elkèszitjuk a pestòt:  Fèlreteszunk egy pàr friss bazsalikom levelet ès a mentàt. A maradèk bazsalikomot a fenyomaggal, az olajjal ès a reszelt sajttal osszeturmixoljuk. 
A levest egy kanàl friss pestoval ès nèhàny bazsalikom meg mentalevèllel diszitjuk, rogton tàlaljuk.
Tanàcs : Ha màsnapra teszitek el a levest ne hagyjàtok bene a mentaleveleket, tùl eros illatot ès izt add neki.



*   *   *


Spring minestrone with pesto (genoese style), fresh basil and mint leaves

Ingredients x 6

1 onion, finely chopped
1 carrot , diced
a stick of celery, diced 
2 tbsp of olive oil 
1,5 l  vegetable stock 
2 zucchini, diced 
250  g fresh petit pois (shelled) 
200 g fresh favabeans ( shelled) 
500 g small new potatoes, sliced
150 g small pasta  ( scucucun traditional ligurian pasta for soup )
Some fresh mint leaves
For the pesto 
a bunch of basil 
50 g pinenuts 
100 ml olive oil 
4-5 tbsp of grated  pecorino cheese.





In a large pan, soften the onion, carrot and celery in the oil for 10 minutes. .Add the sliced potatoes , peas,favabeans, chopped zucchini lightly fry vegetables for some minutes then pour the vegetable stock into the pan. Cook for  10 minutes. Salt. Meanwhile, make the pesto by blending all the pesto ingredients in a food processor.Add the small pasta  to the soup and cook for another 10 minutes or until the pasta is readySpoon the soup into warm bowls. Finish with a drizzle of extra-virgin olive oil, a spoonful of pesto and a some basil and mint leaves 






18 maggio 2015










Se c è una cosa che una donna che lavora dovrebbe amare è il pesto.E non parlo del tipico pesto genovese ma del tipo di pietanza che può salvarci in ogni situazione:Arrivi a casa tardi? Ospiti inaspettati ? Frigo quasi voto? Non hai voglia di cucinare?  Amica mia, fatti un pesto tutto tuo!  ;-)
Niente pentolini e salsine da cuocere , basta buttare tutto nel mixer  5 minuti e il  pranzo è risolto.
Come ogni estate farò una sfilza di piatti con tutti i tipi di pesto immaginabili ... profumati con le erbe aromatiche,coloratissimi e saporiti. Aglio, pomodoro, olive, verdure, avocado, erbe aromatiche, frutta secca, pesce   etc… un infinità di ingredienti da mischiare e da assaporare !Il pesto di pistacchio prezzemolo e pecorino è uno dei miei preferiti… è un po’ calorico ma molto saporito. Da usare come alternativa al pesto genovese tradizionale.






Spaghetti con pesto di pistacchio e prezzemolo


Ingredienti x 4

50 g di pistacchi
Un grosso mazzo di prezzemolo freschissimo
100 g di pecorino
Olio d’ oliva extravergine
Pepe
380 g di spaghetti grossi
Sale grosso per la cottura della pasta



Lavate e asciugate il prezzemolo , eliminate i gambi troppo grossi.Mettete tutti gli ingredienti nel recipiente e azionate il mixer fino ad ottenere un pesto cremoso ma ancora granuloso.Io non ho aggiunto sale alla preparazione visto che il pecorino è già molto saporito.Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata bollente. Se è necessario allungate il pesto con un poco di acqua di cottura. Condite gli spaghetti con  il pesto di pistacchi e prezzemolo e servite subito.








Spaghetti with pistachio and parsley pesto 


Ingredients x 4

50 g pistachios
A  bunch of fresh parsley
100 g of  pecorino cheese
Olive oil
Pepper
380 g spaghetti
Sea salt for cooking water



Wash and drain parsley leaves, remove stalks.Put all ingredients into the food processor, blend continuously until the ingredients are finely chopped and creamy.Cook the pasta in boiling  salted water, drain it. Season the pasta with the creamy  pistachio sauce. Serve it immediately.



   Pisztàciàs petrezselymes pestòs spagetti


Hozzàvalòk  x 4

50 g natùr pisztàcia  
Egy csokor friss petrezselyem
100 g pecorino sajt   
Oliva olaj
Frissen orolt bors
350 g spagetti
Egy marèk nagyszemo sò



A petrezselymet megmossuk, lecsopogtetjuk, eltàvolitjuk a vastagabb szàrakat.Az osszes alapanyagot a turmix gèpbe rakjuk addig daràljuk amig illatos, krèmes pesto nem lesz belole.En nem tettem kulon sòt a pestoba , a pecorinò sajt elèg sòs-izes.A tèsztàt forrò sòs vizben fozzuk,leszurjuk. Ha kell a pestot egy kanàl fozovizzel higithatjuk.A pisztàciàs pestòval izesitett tèsztàt rogton tàlaljuk.


12 maggio 2015










E' passato più di un mese dal mio ultimo post. Non ho cucinato niente di 'nuovo' nelle ultime settimane... Non mi fraintendete non e che io non ne abbia più voglia...anzi ..se potessi , oh se potessi Dio  sa quante cose buone potrei  fare da mangiare..(e fotografare)..Ma il tempo a mia disposizione è quello che è ed io ormai sono rassegnata al mio destino.... 

oppure no....

Perchè poi io persevero nel credere che ce la posso fare.. si, ok certe volte no, certe volte devo davvero arrendermi e lasciare tutto a metà, in sospeso, in attesa di chi sa quali tempi migliori..ma poi qualche altra volta  ce la faccio....e allora perchè non provarci??

Ho deciso quindi di buttarmi in due nuovi progetti..( uno non bastava , della serie o tutto o niente e comunque meglio esagerare!)  Per adesso non vi dico niente ma appena saranno pronti le prime ricette e foto capirete di che cosa si tratta.N el frattempo mi accontento ( si fa per dire) a copiare delle ricette dalla mia rivista preferita.(Sale & Pepe) Vado matta per la panzanella e quando ho visto questa versione inedita con le fave non ho resistito,






Panzanella di Fave e Cipolle al basilico  


x 4 persone

1,5  kg di fave
300 g di pane al sesamo, raffermo 
2 cipolle novelle di Tropea 
50 g di pinoli 
50 g di uvetta
Qualche foglia di basilico
aceto di mele
8 cucchiai di olio extravergine d'oliva 
sale 
pepe



Affettate finemente le cipolle e mettetele a bagno, insieme con l'uvetta  in acqua fredda con qualche cucchiaio di aceto di mele. Sgusciate le fave e scottatele in acqua bollente. Scolatele ed eliminate la loro pellicina.Fate tostare i pinoli in una padella antiaderente senza alcun condimento. Tostate leggermente le fette di pane al sesamo e riducetele a tocchetti. Spruzzatelo  con poco acqua ed aceto giusto per ammorbidirlo un pochino. In una ciotola  mettete 2 cucchiai di aceto, l'olio d'oliva, sale, pepe.Emulsionate la salsina sbattendo la forchetta, Aggiungete le foglie di basilico tritate. Mettete il pane in una insalatiera, unite le fave, le cipolle ed uvetta scolate, i pinoli, la salsa per condire,Lasciatela insaporire per mezz'ora e servite



Favabean and spring onion panzanella (Bread Salad) 


x 4 person

1,5  kg fresh favabean ( with pod)  (300 g shelled ) 
300 g  homemade sesam bread (stale bread)
2 red onion (  Tropea ) 
50 g pine nuts 
50 g raisin 
Fresh Basil leaves 
Apple vinegar
8 tbsp of olive oil extravirgin 
salt
pepper





Finely chop the onion and soak, with raisin in cold water mixed with some tblsp of  apple vinegar. Shell favabeans and blanch in boiling water. Drain and remove their skin. Toast pine nuts in a non-stick pan without seasoning. Lightly toast slices of bread and cut  into chunks. Sprinkle with a little water mixed with vinegar to soften it a little. Prepare the seasoning: in a bowl put 2 tablespoon of apple vinegar, olive oil , salt and pepper. Add the fresh, chopped  basil leaves .Put the bread in a salad bowl, add favabeans, drained onions and raisins, pine nuts, add seasoning, mix  and let it stand for 30 minutes.



Hagymàs, lòbabos kenyèrsalàta bazsalikommal



x 4 szemèlyre

1,5  kg friss lòbab ( hèjjàval ) (pucolva csak 300 g) 
300 g szikkadt szèzàmmagos kenyèr 
2  kicsi lilahagyma  
50 g fenyomag
50 g mazsola
Friss bazsalikom levelek
alma ecet
8 evokanàl oliva olaj (extraszuz)  
bors


A lilahagymàt vèkonyan felszeleteljuk majd a mazsolàval egyutt ecetes vizbe tesszuk, hagyjuk  egy kicsit àllni.Kozben megpucoljuk a lòbabot, leforràzzuk igy konnyen le tudjuk szedni a borèt. A fenyomagot egy teflon serpenyoben megpiritjuk ( se olajat se semmit ne tegyunk rà) . A kenyèrszeleteket kicsit megpiritjuk, apròra felszeleteljuk majd egy kis ecetes vizzel meglocsoljuk. Csak annyira hogy a kenyèr puhuljon egy kicsit . Egy kis tàlban osszekeverunk a 8 kanàl olajat kèt kanàl alma ecettel, sòzzuk, borsozzuk. Belekeverjuk az apròra vàgott bazsalikom leveleket.A kenyeret nagy salàtàstàlba tesszuk,hozzàadjuk a lòbabot, a lecsopogtetett hagymàt ès mazsolàt , a fenyomagot , ràontjuk a dresszinget ès tàlalàs elott hagyjuk egy mèg fèl òràt àllni.






6 aprile 2015












Questo è il risotto più buono e  primaverile che io abbia mai mangiato!  Mi piacciono le primizie dell'orto, verdi e croccanti. Questo piatto  richiude in sè tutte le primizie della riviera ligure.
Abbinato con un uovo in camicia con un goccio sciroppo all'aceto balsamico è la fine del mondo.La salsina del tuorlo ancora morbido si fonderà con il riso e con le  verdure croccanti.

                Scroll down for recipe in english








Risotto alle primizie dell'orto



In una pentola fate rosolare 1/2 cipolla tritata con 50 g di burro aggiungete 200 gr di riso carnaroli e
tostate per 2 minuti.Bagnate con 1/2 bicchiere di vino bianco e continuate a girare fino a consumare il vino, intanto tagliate a pezzetti piccoli e regolari 2 carciofi liguri, 1 mazzo di asparagi, 1 manciata di fave.Saltateli velocemente in una padella con 2 spicchi d'aglio interi e olio extravergine.Eliminate l'aglio unite le verdure al riso e continuate a girare, aggiustate di sale e aggiungendo ogni tanto dell'acqua calda fino a cottura del riso. In una pentola scaldate dell'acqua unite 1 cucchiaio di aceto e sale, in punto di ebollizione spegnete la fiamma ed immergete una alla volta 4 uova fresche sgusciate:
L'albume deve coagularsi intorno al tuorlo senza disperdersi nel liquido, quindi il passaggio deve essere molto rapido. Servite il riso nei piatti individuali e sopra adagiateci un uovo in camicia.








Ez a legfinomabb tavaszi risottò amit eddig ettem :a friss ropogòs spàrga, articsòka ès lòbab mind a Ligur tengerpartròl szàrmazik.A risottò tetejère forrò sòs-ecetes vizben folt tojàst teszunk.A làgy tojàssàrga ràfolyik a   ropogòs zoldsègekre: nagyon finom !!!


Tavaszi risotto


Egy làbasban 50 g vajon megpiritottam az apròra vàgott fèl hagymàt, hozzàadtam 200 g rizst,pàr percig dinszteltem. Ràontottem fèl pohàr szàraz fehèrbort, addig kevergettem amig a bor el nem pàrolgott.Kozben az aprò darabokra vàgott  2 articsòkàt,1 csokor spàrgàt, egy marèk lòbabot,
olivaolajon egy gerezd fokhagymàval megpiritottam. Kiszedtem a fokhagymàt , a tobbi zoldsèget a rizshez ontottem.Sòztam ès felontottem a rizst meleg vizzel. Egy kislàbasban melegitettem vizet, tettem bele 1 kanàl ecetet ès sòt.Mikor kezdett forrni ,leszedtem a làngròl ès nagyon òvatosan egyenkènt beletortem 4 egèsz tojàst. A tojàs egèszben kell hogy maradjon , a fehèrjènek nem
szabad elvàllnia a tojàssàrgàtòl.E'pp hogy a tojàs osszeàllt egyenkènt, òvatosan kiszedtem a vizbol.A zoldsèges rizst az igy kifozott tojàssal tàlaltam.



Spring Risotto

In a saucepan, with 50 g of butter  sauté 1/2 chopped onion.Add 200 grams of rice and toast for 2 minutes. Sprinkle with 1 / 2 cup white wine and stir frequently.In the meantime, cut into small and regular piece 2 artichokes, a bunch of asparagus, a handful of beans.
Heat the oil in a large skillet with 2 cloves of garlic add vegetables stir and cook for some minues. Remove garlic, combine vegetables to rice.Salt, continuo to cook, adding hot water.Stir frequently.In  a pot bring to boil hot water, crack one egg  into a ramekin or  small bowl.Take the water  off the heat add a tablespoon vinegar and salt.Carefully lower or drop the egg into the center of the whirlpool.
Make sure that you do not drop the egg into boiling water ! (poshed egg) Wait 3-4 minutes until cooked.Remove with a slotted spoon.Serve spring risotto  with poached egg.

23 marzo 2015














Si..la polenta...Nonostante abbiamo passato l'equinozio di primavera qui fa ancora freddo !!! Ci fa benissimo un piatto di polenta  calda  mentre fuori soffiano venti  a 80 km di all'ora e piove di rotto...


                  Scroll down for the recipe in english 




Io amo la polenta e sono  contenta che esiste la versione istantanea che in 8 minuti risolve 
il problema pranzo! Questa ricetta è fantastica, in poco più di un quarto d'ora riuscirete servire un piatto sostanzioso e  nello stesso tempo gourmet ! 


Polenta con pomodorini arrostiti, funghi porcini, feta e rucola 


Ingredienti x 4-5 persone 

300 g circa di Polenta istantanea 
125 g di funghi porcini a cubetti, surgelati
Una fetta di feta (100 g )
250 g di pomodorini ciliegia
un mazzo di rucola 
Olio di oliva extravergine
Latte di mandorle al naturale, burro (facoltativo) 
sale 

Lavate e dividete a  metà i pomodorini.
Scaldate 2-3 cucchiai di olio d’oliva in una padella antiaderente, fate rosolare uno spicchio d’aglio  poi aggiungete i funghi porcini surgelati. Portate a termine la loro cottura.
Togliete i funghi dalla padella, aggiungete i pomodorini , salateli a fateli appassire.
Nel frattempo preparate la polenta :
Fate bollire l’acqua necessaria, aggiungete sale e fate cuocere la polenta istantanea come è indicato sulla confezione ,se è necessario aggiungete un poco di latte di mandorle al naturale o una noce di burro.Dividete la polenta nei piatti individuali, conditela con funghi porcini, pomodorini e il loro sughetto, la feta sbriciolata e qualche foglia di rucola.


Polenta  vargànya gombàval, cseresznyeparadicsommal, fèta sajttal ès rukolàval 

Hozzàvalòk x 4-5 szemèlyre 

300 g  instant polenta
125 g fagyasztott vargànya gomba darabokra vàgva
100 g feta sajt
250 g cseresznyeparadicsom
egy nagy csokor rukola
oliva olaj
natur mandulatej
vaj

A paradicsomokat megmossuk ès megfelezzuk.
Egy serpenyoben felmelegitunk 2-3 kanàl oliva olajat, egy gerezd fokhagymàt aranybarnàra piritunk bene majdbeletesszuk a fagyasztott vargànya gombàt. Korulbelul 15 percig dinszteljuk ( amig fogyasztàsra kèsz)Kiszedjuk a serpenyobol a gombàt ès fèlretesszuk. A paradcsommal helyettesitjuk, azt is  puhàra dinszteljuk.Kozben elkèszitjuk a polentàt:Sòs vizet forralunk ès a dobozon feltuntetett fozèsi utasitàsok szerint kifozzuk a polentàt.Ha szuksèges onthetunk hozzà natùr mandulatejet  vagy tehetunk bele egy diònyi vajat.A jò meleg polentàt a gombàval ès paradicsommal izesitjuk, morzsolunk rà feta sajtot ès tàlalàs elott beszòrjuk rukola levelekkel. 



Polenta with roasted cherry tomatoes, mushrooms, feta and arugula 

Ingredients x 4-5 persons 

300 g  quick cooking or instant polenta  
125 g frozen porcini mushrooms cut into cubes
100 g  feta cheese
250 g cherry tomatoes
A big bunch of arugula
Olive oil extravirgin
Almond milk (nature) or butter (optional)
Salt

Wash and halve cherry tomatoes
Heat  2-3  tablespoon of olive oil in a non stick pan, brown a glove of garlic and add the frozen  porcini mushrooms.Cook mushrooms until ready, remove them from the pan, set aside, add cherry tomatoes in the pan  and cook until tender.Prepare the corn mush :Bring to boil the salted water and cook the polenta as per the cooking method specified on the packaging.If necessary add more water, nature almond milk or butter.Serve polenta in the individual plates, seasoned with mushrooms, roasted tomatoes and their sauce, sprinkle with crumbled feta cheese and arugula.
                                                                  


24 febbraio 2015












Ma chi l’ha detto che un vegano deve per forza a rinunciare ai piaceri della tavola???Sto raccogliendo centinaia di ricette vegane /vegetariane e vi giuro che ci sono piatti che non vedo l’ora di assaggiare sono cosi tanto invitanti. Ci sono ingredienti che rimpiazzano più che bene gli alimenti di provenienza animale. Per esempio? Per esempio provate questa farinata di ceci (crèpes di ceci ) fatti in casa poi mi dite se vi manca ancora la frittata fatto con le uova! Tanto per cominciare vi informo che la farinata di ceci si può fare in casa anche senza la tipica teglia che usano nei forni liguri. Poi incredibile ma vero questa crespella-farinata è molto più buona della farinata che fino adesso ho avuto occasione di comprare nei forni o nelle gastronomie … e con questo non voglio mancare di rispetto ai forni liguri, dico soltanto che  fatta cosi sottile e croccante  mi piace molto di più che non un po' spessa e unta.

Può essere aromatizzata a piacere, io questa volta ho usato il rosmarino ma ho già intenzione di sfornare la versione ai carciofi o ai cipollotti. Servite le crèpes ancora calde  con una fresca insalatina  verde.     


j



Farinata di ceci homemade (Crépes di ceci)
x 10 crèpes

160 mg  di farina di ceci
100 ml di olio di oliva
500 ml di acqua
rosmarino fresco

Versate la farina di ceci in un contenitore capiente.Aggiungete gradualmente 500 ml di acqua, un cucchiaio di olio d'oliva.Regolate il sale.Mescolate la pastella, coprite il recipiente e lasciatelo risposare in frigo per una notte.Preriscaldate il forno a 200 C. Mescolate delicatamente la pastella. Scaldate mezzo cucchiaio di olio in una padella antiaderente.Quando comincia 'fumare' versate un mestolo (piccolo)di pastella nella padella, muovete la padella per distribuire la pastella, cospargetela con il rosmarino tritato e fate cuocere le crèpes per 2-3 minuti, o fino che la parte sotto diventa dorato e la crèpes si stacca dal fondo. Attenzione : più pastella usate per le crèpes più dovete aumentare i tempi di cottura.  Con l'aiuto di una spatola trasferite la crespella in un altra padella oliata adatta per la cottura nel forno, e fatela cuocere nel forno per altri 2-3 minuti o finché i bordi cominciano incurvarsi. Servite la farinata ancora  calda con spicchi dei limone.







Chickpea Crèpes  (Farinata di ceci )
(Liguria, Italy) 
( Method by Gourmet Traveller ) 

for 10 crèpes 

160 mg  chickpea flour 
100 ml olive oil 
500 ml water 
fresh rosemary 

Place chickpea flour in a bowl and whisk in 500 ml water. Salt and add 1 tbsp of oilve oil.
Put in the fridge and let rest for the night.Preheat oven to 200 °C. Mix the batter well. Heat a nonstick pan over high heat.Add a half of tbsp oil and heat until smoking. Add one and a half tablespoon of batter, move the pan in order to cover pan's base. Sprinkle with fresh rosemary and cook until crèpes start to crisp.Transfer the crèpes into the oil greased baking pan and put in the oven for another 3-4 minutes.Cook until crèpe curls up the edges, Season crèpes with sea salt flakes and serve hot with lemon wedges




Csicseriborsò Palacsinta  (Farinata di ceci )
(Liguria, Italy) 
kàbè 10 palacsintàhoz 

160 mg  csicseriborsò liszt 
100 ml oliva olaj 
500 ml viz
friss rozmaring 




A csicseriborsò lisztet egy nagy tàlba szitàljuk, fokozatosan hozzàkeverunk 500 ml vizet ès egy evokanàl oliva olajat. Sòzzuk, fòliàval letakarjuk ès egy èjszakàra a hutobe tesszuk. A sutot 200 °C-ra felmelegitjuk. Jòl osszekeverjuk a palacsinta tèsztàt. Egy teflon (kàbè 19 cm àtmèroju) serpenyot magas tuz folott jòl felmelegitunk, beleteszunk egy màsfèl kanàl oliva olajat, addig melegitjuk amig kicsit fustolni kezd. Beleontunk egy kis szedokanàl ( vagy egy màsfèl evokanàl) palacsintatèsztàt. ( Ha tùl nagy kanàllal ontunk, hosszabb ideig kell sutnunk) Kicsit mozgatjuk a serpenyot igy egyenletesen elosztjuk a palacsintatèsztàt a serpenyo aljàn. Friss rozmaringgal szòrjuk be a tetejèt. 2-3 percig vagy amig szèp ropogòs aranybarna nem lesz az alja, sutjuk. A palacsintàt egy tortalapàt segitsègèvel egy sutobe teheto olajjal kikent serpenyobe tesszuk ès a sutoben addig sutjuk amig a szèle be nem kunkorodik egy kicsit Tengeri sòpelyhekkel beszòrjuk, melegen ,citromszeletekkel tàlaljuk.


13 febbraio 2015










Da un sacco di tempo che volevo fare il cavolfiore in questo modo: arrostito intero nel forno.
La ricetta è più che semplice ed il risultato è spettacolare ( è un contorno che fa una bella figura anche nel menu delle grandi feste.)
La salsa che ricoprire il cavolfiore può essere personalizzato a vostro piacere :
la paprika in polvere serve a dare un bel colore all'ortaggio ma  per il resto scegliete voi, io ho messo l'aglio, il cumino sale e pepe ma ripeto potete aggiungere o sostituire le spezie elencate nella ricetta.
Se non siete vegani potete sostituire lo yogurt di soia con lo yogurt normale o greco.



Cavolfiore arrostito al forno con salsa di yogurt


1 cavolfiore non troppo grosso 
un barattolo di yogurt di Soia 
1 cucchiaio di paprika in polvere (non piccante, rossissimo possibilmente ungherese ;-))
un cucchiaino di aglio in polvere oppure uno spicchio d'aglio finemente  tritato
un cucchiaino di cumino 
un cucchiaino di curry
un lime 
Sale, pepe 
Un cucchiaio di Olio d'oliva 

Lavate  il cavolfiore , eliminate il gambo ma state attenti a non disfare la testa, il cavolfiore dovrà essere arrostito intero.Versate lo yogurt in un barattolo, aggiungete le spezie, l'aglio, il succo e la buccia grattugiata del lime ed un cucchiaio di olio.Spalmate la salsa sul cavolfiore, magari con l'aiuto di un pennello da cucina.Riscaldate a forno a 200°C ed infornate il cavolfiore per 45 minuti e/o circa fino che non diventa bello dorato. Servitelo con una bella insalata verde.



Whole roasted cauliflower 

1  cauliflower head
125 ml of soy yogurt
1 tablespoon of paprika powder (not spicy, if possible hungarian ;-))
a teaspoon of garlic powder or a finaly chopped clove of garlic
a teaspoon of cumin 
a teaspoon of curry
1 lime
Salt, Pepper
 a tablespoon of olive oil

Preheat oven at 200°C. Remove cauliflower's woody stem. In a bowl combine soy yogurt with spices, add lime zest , a tablespoon of olive oil, garlic, salt and pepper. Brush the yogurt sauce over the cauliflower covering the whole surface. Roast the cauliflower for 45 min or until the surface crispy and golden brown.Serve it with fresh green salads.



 Egèszben kisutott joghurtos karfiol 

1 egèsz karfiol 
egy doboz szòja joghurt 
1 kanàl piros  paprika   
egy kàvèskanàl komèny
egy kàvèskanàl fokhagymapor vagy egy gerezd fokhagyma apròra vàgva
1 lime citrom
Sò, bors 
egy evokanàl oliva olaj

Megmossuk a karfiolt, òvatosan levàgjuk a szàràt : a karfiolfej egèszben kell hogy maradjon. A joghurtot osszekeverjuk a fuszerekkel, a lime reszelt hèjjàval majd  fokhagymàt ès egy kanàl olajat is adunk hozzà.. Egy konyhai ecset segitsègèvel alaposan bekenjuk a karfiolfejet a joghurtos szòsszal.
200 °C-ra elomelegitett sutoben  45 percig, illetve addig sutjuk amig szèp aranybarna nem lesz,
Friss zold salàtàval tàlaljuk.

30 gennaio 2015












Potrebbe essere il titolo di un film western di una volta, tipo:  Il bello, il brutto il cattivo…invece è la combinazione degli ingredienti della ricetta. Oggi vado  terribilmente di fretta,  mi aspetta un viaggio di lavoro lungo una settimana poi forse, si spera,  altri viaggi ma di piacere, quindi temo che dopo  questa ricetta  per qualche settimana dovrò lasciarvi a bocca asciutta !
  
Cercherò di  documentare i miei  viaggi, sarò armata di smartphone, iPad e macchina fotografica e al mio ritorno spero proprio di riuscire a postare almeno un reportage come si deve.


Torniamo alla nostra ricetta, veloce e classica l’insalata di farro è un piatto toscano sano e di
facile esecuzione ,  infine in questa versione è pure  vegano!!









Insalata di farro con pomodorini, olive al forno e rucola

Ingredienti x 4
240 g di farro integrale della Garfagnana
350 g di pomodorini
Uno spicchio d'aglio
Una ventina di olive nere al forno, denocciolate
Un mazzo grosso di rucola
Un filo d’olio d’oliva extravergine
Sale



Fate cuocere il farro in abbondante acqua salata per circa 25-30 minuti.
Nel frattempo preparate il condimento.Raccogliete i n una’insalatiera capiente i pomodorini tagliati a metà, lo spicchio d'aglio,le olive al forno, olio d’oliva. Schiacciate leggermente i pomodorini in modo che lascino il loro sugo che farà parte del condimento. Scolate il farro, lasciate raffreddare poi aggiungete al condimento. Unite  la rucola spezzettata   Mescolate  bene e regolate il sale ed aggiungete altro olio se è necessario.L’insalata si conserva in frigo, coperta da una pellicola,  per 1-2 giorni.



Spelt salad with cherry tomatoes, oven roasted olives and arugula

Ingredients x 4
240 g whole spelt
350 g cherry tomatoes
20 black, oven roasted olives, pitted
A clove of garlic
A bunch of arugula
Olive oil
Salt




Bring water to a boil and cook the spelt for  25-30 minuti.
Halve cherry tomatoes and put them in a large bowl  with squashed clove of garlic, olive oil as much as needed for seasoning.  Slightly crush  cherry tomatoes, add the oven roasted olives. Drain the spelt grain let it cool and mix with the seasoning.A dd coarsely chopped arugula and salt. Serve it immediately.




Paradicsomos tonkolysalàta sutoben sult oliva bogyòval ès rukkolàval

Hozzàvalòk x 4
240 g tonkoly ( nem finomitott)
350 g cseresznyeparadicsom
20 fekete, sutoben sult kimagozott olivabogyò
Egy gerezd fokhagyma
Egy nagy csokor rukkola
Oliva olaj



Forrò sòs vizben 25-30 percig fozzuk a tonkolyt.
Kozben megmossuk ès kettèvàgjuk a cseresznyeparadicsomokat.
Egy nagy salàtàstàlba tesszuk a kicsit megtort gerezd fokhagymàval,oliva olajjal. Kicsit megtorjuk a paradicsomokat is igy engednek a levukbol. Leszurjuk ès hagyjuk  kihulni a tonkolyt majd a paradicsomokhoz keverjuk. Sòzzuk majd a salàtàba keverjuk a  rukkola leveleket ès rogton tàlaljuk. A salàta a hutoben 1-2 napig elàll.



27 gennaio 2015













Ebbene si, è nato il mio secondo libro!  Panini & Sandwich è uscito in edicola oggi con i quotidiani Veneti ! 
(Più avanti  potrete acquistarlo in libreria oppure on-line sul sito della casa editrice.)







Devo dire che nonostante l’uscita ravvicinata dei due libri,( chi non lo sapesse il primo è uscito a Giugno dell'anno scorso con titolo Insalate )  tenere in mano un’altra mia creatura mi emoziona parecchio!  

Il titolo è self–explanatory, il libro contiene 50 ‘ricette’ di panini golosissimi (ovviamente abbinate con 50 foto colorate come piace a me!) suddivisi in 6 categorie:

Dal mondo, Tradizione Italiana, Raffinati & Golosi, Sprint, Vegetariani, Favolosi ( per bambini)


Avete  mai pensato quante volte in quante situazioni difficili  un panino ci ha salvato dalla fame?
Credo che il panino sia il ‘piatto’ più ‘comfort’  che esista. E’ altamente personalizzabile (difficilmente troverete un panino esattamente  uguale ad un’altro )  ci sta quasi dappertutto, in tasca, nella borsa, nello zaino  e può essere consumato ovunque , sulla spiaggia sulla cima di una montagna, sul treno, per strada , dove  vi pare! 

Alcune delle ricette sono già state pubblicate  su questo blog le troverete sotto la categoria Sandwich Day , molte altre sono inedite , sono state create appositamente per questo  libro.

Voglio ringraziare la casa editrice Arsenale, in particolare Francesca ed Andrea che mi hanno aiutato a finire questo libro e ovviamente un grazie ai maschi della  famiglia che  dopo l’insalate  hanno dovuto smaltire una dozzina di panini al mese !

A questo punto non mi resta altro che  lasciarvi  un piccolo assaggio , una ‘ricetta’ del libro, semplice e  vegetariano (ovviamente) …
  






Sandwich Mediterraneo con mozzarella, salsa di rucola, zucchine
 e melanzane grigliate


Ingredienti x 2

4 fette di pane casareccio  con semi di sesamo o panini ai semi di sesamo
2-3  zucchine con fiore
4 fette di melanzane
Una mozzarella
Un mazzo di rucola
Olio d’oliva extravergine q.b.
Sale 


Preparazione :
Preparate il pesto di rucola : Mettete un mazzo di rucola e 3-4 cucchiai di olio d’oliva e un pizzico di sale nel tritatutto e frullate tutto fino ad ottenere una crema omogenea.
Saldate la piastra, cospargetela con il sale grosso e arrostite le fette di melanzane e  zucchine ( con il fiore) . fino a farle diventare dorate. Affettate la mozzarella.
Assemblate il panino: spalmate la crema di rucola sul pane, farcite il panino con fette di mozzarella, zucchine e melanzane grigliate.
Servite subito.




Mediterranean Sandwich  with mozzarella, arugula sauce, and roasted  vegetables


Ingredients x 2

4 slice of sesame bread or 2 sesame rolls
2-3  zucchini and zucchini flowers
4 slice of eggplant
1 mozzarella
a bunch of arugula 
Olive oil extravirgin
Sea salt



Method  :
Prepare the arugula sauce  :  Put the bunch of arugula into the food processor  with 3-4 tbsp olive oil a pich of salt. Blend until the pesto is  creamy.
Preheat  the griddle, sprinkle with coarse salt and place slices of eggplants and zucchini  on the griddle. Roast vegetabes   ( also the zucchini flower ) until soft and golden brown. Slice the mozzarella.Spread the arugula sauce on your bread, cover with slices of vegetables and mozzarella. Serve it immediately. 





Zoldsèges, mozzarellàs mediterràn szendvics 


4 szelet szezàmmagos kenyèr vagy kèt szezàmmagos zsomle
2-3  cukkini viràggal egyutt
4 szelet padlizsàn 
egy mozzarella
Egy csokor rukkola
Oliva olaj 



Elkèszitjuk a rukkola szòszt  : A csokor rukkolàt  a robotgèpbe tesszuk  3-4 kanàl oliva olajjal ès egy csipet sòvval egyutt krèmesen simàra turmixoljuk.A sutolapot elomelegitjuk, nagyszemu sòval beszòrjuk.A padlizsàn ès a cikkini szeleteket a cukkini viràggal egyutt a sutolapon aranybarnàra piritjuk. A mozzarellàt felszeleteljuk. A kenyeret a rukkola szòsszal bekenjuk, cukkini, padlizsàn ès mozzarella szeletekkel 
megrakjuk ès rogton tàlaljuk!