2 dicembre 2011

French Crullers e jogging no.3 _ Francia mèzes màzas fànk



Ho di nuovo fatto le frittelle questa volta a forma di ciambelline.

                             Scroll down for recipe in english 


Non è carnevale ma chi sa perché questi meravigliosi donuts
francesi sono finiti lo stesso in un batter d’occhio ;-)
La ricetta l’ho trovata qui , sono già mesi che le giravo intorno
ma non ho mai avuto abbastanza tempo …si sa, per fare i
capolavori ci vuole calma e tempo ;-)







































Ho anche fatto il solito giro sul mare..
Purtroppo il cielo era mezzo coperto di nuvole ( eh si,ogni tanto
è brutto anche qui ;-) ma vi regalo lo stesso qualche angolino
di Liguria!

Noli _Centro Storico











































Noli centro storico











































French Crullers con glassa al latte e miele


Ingredienti x 15-20 crullers 
240 ml acqua

90g  di burro non salato
2 cucchiaini di zucchero superfino
1 / 4 cucchiaino di sale
135 grammi di farina, setacciata
3 uova di grandi dimensioni
2 albumi di grandi dimensioni
Olio vegetale per friggere
per la glassa
150 grammi zucchero a velo, setacciato

1 cucchiaio di miele (fiori d'arancio)
3-4 cucchiai di latte 


Mettete In una pentola/padella con fondo spesso il burro,zucchero,
sale e acqua. Portate tutto ad ebollizione a fuoco medio –alto.

Appena bolle aggiungete la farina mescolando energicamente con
un cucchiaio di legno per incorporarla completamente. Continuate
a cuocere, mescolando continuamente per 3-4 minuti. Dovreste
cercare di evitare che si formi troppo vapore durante la cottura,
quindi continuate a mescolare

Più vapore riuscite ad eliminare dall'impasto
più le ciambelle  risulteranno  leggere.

Quando un sottile film ricopre il fondo della vostra padella,
potete toglierla dal fuoco. Battete le uova con le fruste elettriche.
Mettete il composto di farina/ burro nel mixer. Sbattete il
composto per almeno un minuto con velocità medio-alta.
Aggiungete il primo uovo (intero) ,incorporatelo completamente ,
poi proseguite con il secondo e cosi via incorporandole
uno alla volta.

La quantità del bianco d’uovo utilizzato è variabile .
Il bianco dell’uovo rende la pastella lucida ma dovete stare
attenti di non diluire troppo il composto che dovrà reggere
il passaggio attraverso la tasca del pasticcere senza
perdere la sua forma e rischiare di appiattirsi.Io personalmente
non ho aggiunto gli albumi, la consistenza dell'impasto
mi pareva perfetto.

Quindi il consiglio è di aggiungere poco alla volta il bianco
dell’uovo, mescolare e controllare la consistenza del composto.
Con un composto perfetto riuscirete ottenere ciambelle lucide
e ben formate.

Versate la pasta in una grande tasca pasticcera con il bocchettone
a forma di stella (grande ) Ritagliate dei pezzettini di carta da
forno grandi più meno 9 cm x 9 cm.Ii ritagli di carta possono
essere riutilizzati quindi non dovete per forza ritagliare dozzine
di quadretti.Con l’auito della tasca pasticcera formate delle
ciambelline sulla carta.
Riempite una padella con l’olio per friggere e portatelo a 180°C
Preparate la carta assorbente per togliere l’eventuale olio
in eccesso e una graticola dove posizionerete le ciambelline
per farle raffreddare.

Quando l’olio è abbastanza caldo fate cadere un cruller alla volta
nella padella, con la carta verso in altro.
Non fa niente se la carta rimane attaccata, dovrebbe staccarsi entro
pochi secondi oppure usate una pinza per rimuoverla dall’olio bollente.
Friggetele pochi minuti per ogni lato finchè non hanno un bel color
marrone dorato.Fate attenzione alla temperatura dell’olio: se le
frittelle diventano scure troppo in fretta rischiate di tirarli giù prima
lasciando l’interno della frittella praticamente cruda: una volta scolate
le frittelle si afflosceranno su se stesse. Io ho misurato la temperatura
con il termometro 'presto' della tescoma, distribuito da Fogola Casalinghi.
Friggete tutte le ciambelle , stando attento alla temperatura dell’olio.

Lasciatele raffreddare sulla graticola poi spalmatele con la glassa
al latte e miele:
Mescolate velocemente lo zucchero a velo, il miele e 3 cucchiai
di latte. Immergete un lato delle ciambella nella glassa e rimettete
sulla graticola.























Francia mèzes màzas fànk 
Màr megint sutottem, nincs mèg farsang de megint fànkra vàgytam,
el is fogyott egy pillanat alatt.
Lassan egy ève lesz hogy szemezek ezzel a recepttel, ùgy
dontottem nem halogatom tovàbb, tokèletesen  illik a jogging
beszàmolòhoz nem :-)?
A tengerparti ‘sètafutàs’ tegnap dèlutàn volt, a fiam gorkorcsolyàzott
Mikozben èn abba remènykedtem hogy egy kis hàjat le tudok
dolgozni a  fànkos reggeli utàn.
Sajnos a tengerparton is van nèha rossz ido, az èg is a tenger is
szurke volt de azèrt csak hagyok itt nèhàny liguriai hangulatot!

U.i.: A fànk eredeti receptje innen szàmazik, ès itt az egèsz
fànk kèszitès rèszletesen le van fènykèpezve.


Hozzàvalòk  (kàbè 15-20 fànk) 
240 ml viz

90g vaj 
2 finomszemu kristàlycukor 
1 / 4 kiskanàl sò
135 gr liszt 
3 nagy tojàs 
2 tojàsfehèrje 
olaj a sutèshez 
a mèzes màzhoz:
150 gr porcukor 

1 kanàl mèz  
3-4 kanàl tej 



Egy vastag aljù fazèkban felforraltam a vizet a vajjal, a cukorral
ès egy csipet  sòval egyutt.
Mikor kezdett forrni belekevertem a lisztet ès folyamatosan
kevergetve mèg 3-4 percig foztem a tèsztàt.
Fontos energikusan kevergetni igy eltàvolitjuk  a gozt , a
tùlzott nedvessèget  ès igy konnyebb lesz a fànk  tèsztàja.

Mikor a tèszta kezdett a fazèk aljàra tapadni leszedtem a
tuzrol. Felvertem a hàrom tojàst.
A tèsztàt a mixerbe ontottem ès gyors programon
1 percig kevertem. Egyenkènt belekevertem a tojàsokat.

Nem kotelezo a tojàsfehèrjèket  felhasznàlni.
E'n pèldàul nem tettem bele. Attòl fugg mennyire kemèny
vagy hig a tèszta. Ha tùl sokat tesztek bele a tèszta
szètfolyik mikor a habzsàkbòl kinyomjàtok.Ha tùl
kemèny nem fujòdik fel elèggè sutès kozben.
E'n pròbàltam kinyomni egy-kèt fànkot tojàsfehèrje
nèlkul ès jònak tunt. A fànk karikàk tokèletesre
sikerultek. Ha ugy dontotok  mègis tesztek bele
csak òvatosan egyenkènt keverjètek a tèsztàhoz.

A tèsztàt egy, nagy csillag  fejes habzsàkba raktam.
Sutopapirbòl kivagdostam  9 x 9 cm-es nègyzet alakù 'szalvètàkat'.
A habzsàk segitsègèvel szèp karikàkat nyomtam a szalvètàk
kozepère.
Egy nagy serpenyoben felmelegitettem az olajat 180°C-ra .
(Vègre kaptam cukor homèrot a Fogola Casalinghi-tol igy
tudtam mèrni az olaj homèrsèkletèt)

Mikor az olaj elèg meleg lett  egy-kèt fànkot, fejjel lefelè a
papirral egyutt ( a papir van felfelè) a forrò olajba ejtettem.
A sutopapir levàlik magàtòl, ha nem egy csipesz segitsègèvel
le tudjàtok szedni.

Egy pàr perc alatt aranybarnàra sutottem mindkèt oldalàt
a fànknak. Vigyàzni kell az olaj homèrsèkletèvel, ha tùl forrò
a fànk gyorsan megbarnul de belul nyers marad ès amikor
kihul petyhudt lesz.
A kèsz fànkokat egy ràcsra tettem hulni.
Gyorsan kikevertem a mèzes màzat :
A porcukrot osszekevertem a mèzzel ès a tejjel.
Belemàrtottam a fànkok tetejèt ès megint a ràcsra tettem,
hagytam lecsopogni.
Isteni finom...



French Crullers with honey -sugar glaze 
You can read/find the original recipe in english language HERE 
Photos : Noli , Liguria, Italy




9 peperoncini:

Benedetta Marchi ha detto...

eh si, sono proprio dei capolavori....e che città meravigliosa! Volevo invitarti al mio contest, è un'idea che penso ti potrebbe piacere :) un abbraccio

Claudietta ha detto...

che belle! caspita sono perfette e golosissime! ti prenderò certamente la ricetta in prestito ;) bravissima!

Paprika&Paprika ha detto...

@Benedetta: arrivo!!
@Claudietta; provale, sono una bontà infinita e anche se la ricetta sembra lunga non è difficile!

Rosetta ha detto...

Buoooni !
Mandi

Jesica @ Pencil Kitchen ha detto...

the most beautifully glazed doughnuts i've ever laid eyes on!

Milen@ ha detto...

Sono simili alla pasta choux: in una parola sola, una delizia :D

Paprika&Paprika ha detto...

Thanks Jessica, Grazie!

Paprika&Paprika ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Claudietta ha detto...

Le ho fatteee! sono carinine ma non belle come queste..vo'a postarle..grazie stella, sono ottime!