3 novembre 2011

Hungarian autumn colours and tastes



Sono tornata!!!
Sono tornata carica di di foto e ricette ( e spero non con qualche 
chilo in più :-(( per fortuna durante il viaggio non ho mangiato niente 
quindi ho già iniziato il digiuno..) 
Quest'anno l'autunno è caldo e spettacolare anche a casa mia 
dov'è di  solito a metà novembre nevica già, adesso si gira in 
camicia o se uno è proprio freddoloso con un maglioncino addosso...
Ho mangiato, passeggiato e fotografato senza sosta in questi 4 giorni  
quindi eccovi  i miei appunti di viaggio....
P.s. le ricette di quelle meraviglie sulle foto...presto saranno 
pubblicate.. naturalmente su Paprika&Paprika!


Da sempre, al mio arrivo, nella cucina di mia  mamma mi aspetta 
la tipica torta di mele ungherese : almàs pite.
Vi prometto che vi farò avere presto anche la ricetta!




Quando vado a casa per cosi poco tempo spesso non ho neanche
un minuto libero, sono contesa tra i miei cari che spesso mi 
organizzano tour gastronomiche da ma ovviamente molto gradite. 
Un vero maestro di queste gite è mio cognato, un vero intenditore 
della buona cucina.Giorno dopo del mio arrivo mi aspettava già 
una gita sul fiume Tisza (chi non lo  sapesse il Tisza 
(in italiano Tiibisco) è il secondo fiume più grande e navigabile 
dell'Ungheria) nel cuore della Grande Pianura Ungherese.
La zona della grande pianura vicino al fiume Tisza , la steppa 
ungherese,(detto puszta in lingua magiara) chiamata Hortobàgy 
è un parco nazionale ed è stato incluso dall'Unesco nella lista del 
patrimonio dell'umanità nel 1999. Ovviamente lo scopo della gita 
non era soltanto di ammirare il paesaggio e il passaggio autunnale 
delle gru ( se vi piacciono gli uccelli fate un giro su 
questo blog, ci sono delle foto davvero belle :
assaggiare la zuppa di pesce locale (pesce del fiume 
Tisza ovviamente), una vera leccornia, arricchita con filetti, 
uova e fegato di pesce e naturalmente tanto ma tanto 
peperoncino piccante!

Sul fiume  Tisza 























































La zuppa di pesce 


















Dopo questa zuppa fantastica un giro veloce nelle steppa 
ungherese ...
Sono due le cose che caratterizzano questa pianura immensa :
I pozzi di una volta e le stalle vecchie, per metà interrate nella 
steppa per proteggere gli animali dal freddo.

Hortobàgy



Anche se ci sono pochi alberi, l'autunno si fa vedere anche qui
colorando la vegetazione della steppa.
















Ovviamente le mie avventure non finiscono qui, ne quelle culinarie
ne quelle naturalistiche..

Giorno dopo visita veloce al mercato locale, un foodblogger 
non può farne a meno!! 
Il mercato principalmente è dedicato alla festa , Ognissanti e
il giorno dei morti quindi fiori a non finire.Per fortuna non 
manca mai la signora che vende il crauti sott'aceto, ingrediente
immancabile della cucina ungherese o le zucche da far cuocere 
o perchè no da comprare già cotte !

Il mercato di Gyongyos (Ungheria)

















































La mia cittadina è situata ai piedi della montagna più alta
d'Ungheria Màtra (poco più di una collina 1015m.) circondata 
da vigneti e dolci  boschi pieni di selvaggina. 
Dopo pranzo  (a base di midollo cotto nel brodo, ovviamente con 
l'osso, e spalmato sul pane tostato, accompagnato con salsa di 
rafano piccante .. mamma mia ho ancora l'acquolina in bocca..o 
anatra croccante al forno con crauti cotti con il vino e le mele ) e
concluso con lo strudel ungherese ripieno con semi di papavero e
amarene ( o noci e mele , o ricotta...) 
passeggiata obbligatoria nei boschi colorati di rosso e giallo, magari 
passando anche nella nostra casetta di campagna per mettere a posto
qualche attrezzo ancora in disordine .

Lo strudel con semi di papavero e amarene



Il bosco







Nel cottage 




































































Finito questo post...mi spuntano due lacrimuccie ...vivo da 
20 anni in Italia...ma dove sono nata e cresciuta rimane sempre 
un posto speciale per me !Dedico questo post alla mia famiglia! 
Vi voglio bene!





Na megjottem, rengeteg fotòval ès jò pàr receptel megrakva. 
Gyonyoru oszi idot talàltam otthon, elkèpeszto hogy mèg
ingben vagy csak pulcsiban is jòl el volt az ember a 
Màtra aljàn november elejèn...ilyenkor àltalàban màr majdnem
esni szokott a hò..
A csalàd tagjaim, mint mindig jò programokkal vàrtak,
a gasztrotùràktòl kezdve (ebben nagy mester a sògorom!)
az erdei sètàig.Gondolom a magyar olvasòknak nem kell 
bemutatni Hortobàgyat vagy a Tiszàt..de remèlem igy is 
èlvezni fogjàtok a fènykèpeket.
Aki szereti a Hortobàgyat ès a termèszetet annak melegen 
ajànlom ezt a gyonyoru madàrfotòkkal teli blogot :
Aki olyan finom ikràs hallevesrol àlmodozik
amit èn ettem a tiszaparton annak ajànlok
egy Tiszacsegei kiràndulàst egy  Cseges csàrdai
ebèddel ès egy szèp sètàt a Tisza partjàn.
Persze a  finom magyar unnepi ebèdek utàn 
( hùsleves csigatèsztàval, csontvelo piritott kenyèrrel 
tormàval, ropogòsra sult kacsa pàrolt kàposztàval ,
meggyes-màkos rètes , almàs-diòs rètes desszertnek) 
szerencsère volt sèta a Màtra aljàn.
A piacra is ki tudtam ugrani, tele volt ugyan krizantèmokkal
de szerencsère a savanyù kàposztàt àrulò nènit meg tudtam 
orokiteni! 
Nagyon jò volt otthon, az oszi erdòk csodàlatosak, igazi 
èlvezet volt a tàjat fènykèpezni.
A post vègère majdnem kibuggyant pàr  konnycsepp
Màr 20 ève hogy Olaszorszàgban èlek de ahol szulettem ès
felnottem az mindig a szivembe maradt.
Ezt a postot a csalàdomnak dedikàlom: Szeretlek benneteket!!

A kèpek sorrendben : 
1) Anyukàm almàs pitèje
2) Komp Tiszacsegèben 
3) A Tisza part
4) Sèta a Tiszacsegei kemping teruletèn 
5) Halàszlè
6-7-8 ) Valahol Hortobàgyon
9-10 ) Gyongyosi piac
11) Meggyes-màkos rètes 
12) Sèta Sòsirèt kozelèben
13-14) Màtrafuredi szinek.






I'm back from Hungary, enjoy my photos : 
1) My mumm's apple pie ( receipe coming soon)  
2-3) On the riverside of  Tisza (one of the main river of Hungary) 
4) Walking in the Camping on the riverside 
5) Traditional hungarian fish soup
6-7-8) Somewhere in the  Hortobagy national park
( World Heritage sites in 1999) 
9-10) marketplace in Gyongyos ( my city ) 
The woman sells the  sauerkraut, very  appreciated in 
the hungarian cuisine
11) Hungarian strudel with poppy seeds and black cherry filing
(recipe coming soon..)
12) Walking in the forest near to Matra
13-14) In my cottage garden.

8 peperoncini:

Benedetta Marchi ha detto...

Attendo con ansia tutte le ricette di queste leccornie!! :) un abbraccio e ben tornata!

Paprika&Paprika ha detto...

Grazie Benedetta,
sto ancora smaltendo il toast con il
midollo...ma non mancherò...le ricette arriveranno!

MARIKA ha detto...

Örülök hogy jól érezted magad itthon ,újra feltöltődve egy ki hazaival tértél vissza .Óvatosan bánj vele ne fogyjon el gyorsan kitartson az újabb haza látogatásodig.
ölelésem Marika:)

Jas ha detto...

Grazie per aver condiviso con noi il tuo viaggio, è molto bello sentire quanto amore hai per la tua terra e le tue foto sono davvero commoventi. Complimenti
Jas

Vale ha detto...

Che belle foto, e quante cose buone! Grazie per averle condivise :)

Anonimo ha detto...

csodàlatos blog ^^!

scoperto da poco... e sono stata da poco a Budapest, che d'autunno è ancor più meravigliosa.

Cuoca alle prime armi, proverò qualcosina... :-b

un saluto

Cri

la belle auberge ha detto...

le foto sono splendide e rendono l'idea di quanto puo' essere magico un autunno ungherese.
buon fine settimana

Cihaipensatobene? ha detto...

ma la ricetta di quello strudel meraviglioso??

complimenti per il blog :)